DESIGN | ARTE

FUTURPROJECT – Happy Design, pezzi fantastici in tiratura limitata tra futurismo e innovazione

future1

FUTURPROJECT e Happy Design, pezzi unici, adatti a chiunque voglia aggiungere un tocco personalizzato e stravagante ma senza rinunciare al design.Gli oggetti di arredamento ideati dal fondatore di FUTURPROJECT Luigi Mariani si distinguono per il loro stile inconfondibile e per una vera e propria esplosione di colori, strizzando un occhio ai canoni del futurismo italiano, sempre in bilico tra classico e moderno e ricerca dei migliori materiali per realizzare vere e proprie “opere d’arte per l’arredamento”.


I PUNTI DI FORZA

  1. Pezzi unici di design, prodotti artistici non contaminati dai canoni correnti, forme e colori usati per emozionare
  2. Presenza riconosciuta a livello internazionale (Germania, Francia, Spagna, Corea del sud…)
  3. Solo materiali di altissima qualità e raffinatezza (cristallo, legni Tabu, alluminio e acciaio…)

IL PROGETTO

Secondo il fondatore di FUTURPROJECT, Luigi Mariani, è da molto che le nuove generazioni dei giovani giapponesi fanno tendenza nel look e nel vestire, nelle nuove acconciature e negli accessori, sempre particolari e coloratissimi e un passo avanti rispetto al resto del mondo. Le creazioni proposte da FUTURPROJECT possono apparire dunque come il prosieguo naturale di queste tendenze, un modo per riproporre l’originalità nipponica mescolata alle particolarità squisitamente futuriste che ritroviamo negli interior goods ideati da Luigi Mariani.

fpfp1fp10a

LA STORIA

Dalla tradizionale creatività brianzola, terra di grande cultura produttiva, nasce una sfida: fondare uno studio artistico e creare oggetti particolari, ai confini con l’arte, pensati contro corrente ma con una vena ironico – umoristica.
Il fondatore di Futur Project, Luigi Mariani, “incontra” il futurismo durante la scuola di interior design e si innamora di questa corrente artistica così ricca di entusiasmo e innovazione: le opere di Marinetti, Depero, Carrà, cariche di freschezza e colore, lasciano nell’artista un segno indelebile. Grazie a questa ispirazione, una volta conclusi gli studi e dopo anni di esperienza maturata in diverse società come responsabile della produzione, Luigi Mariani decide di fondare “FUTURPROJECT”, e la linea Happy Design, in cui possiamo ritrovare tutta questa passione per prodotti coloratissimi e solo all’apparenza “slegati” fra loro, che strizzano un occhio ai numerosi “bellissimi scarabocchi” dei futuristi del passato.
fp12

L’OBIETTIVO

FUTURPROJECT cerca un distributore per il mercato nipponico che abbia esperienza nella vendita di oggetti di design e arredamento.

IL PARTNER IDEALE DEVE AVERE

  • Esperienza nella vendita di mobili italiani
  • Un approccio particolare all’interior design
  • La possibilità di sfruttare canali non convenzionali per la vendita di prodotti “particolari”

117387

ƒvƒŠƒ“ƒg

Related post

  1. logicom1 LOGICOM, per una gestione ottima…
  2. dammy3 Non solo grissini! La bontà dell…
  3. dlite2 Organizzazione eventi
  4. l “MedicalTEA: Un benessere …
  5. equa1 EQUA, il plantare del benessere
  6. MARM6_b Dal Piemonte al Sol Levante: un …
  7. 13_7 13sedicesimi. My notes by number…
  8. P26E810 La carta Washi di Echizen, la pi…

IN EVIDENZA

  1. P26E810
  2. MARM6_b
  3. dammy3
  4. future1
  5. equa1
PAGE TOP